E' uscito il nuovo libro di Alfredo Parisi, acquistalo online

Memorial 2021 Felice Pulici

Presentato in Campidoglio il libro di Alfredo Parisi
 

UTENTI SKY SPORT

Mutuando dalla famosa “Vita con Lloyd”, di Simone Tempia:

“Lloyd perché nessuno chiede a Sky sport  i  rimborsi dovuti?

Semplice Sir, perché sono schiavi.

E quanto durerà Lloyd questa schiavitù?

Finchè esisterà l’oppio del calcio Sir.”

Alfredo Parisi

 

21.03.2022 - SKY nuovamente condannata per pratiche commerciali scorrette.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM), meglio nota come Antitrust, con decisione del 1 marzo 2022, pubblicata il successivo 11 marzo , ha sanzionato SKY per pratiche commerciali scorrette, ai sensi dell’art. 21 DEL Codice del Consumo.

 

Peraltro, SKY non è nuova ad una sanzione del genere, essendo stata già sanzionata per analogo motivo con decisione dell’Antitrust del 9 febbraio 2021 (cfr. www.federsupporter.it, 26 febbraio 2021).

La pratica commerciale scorretta consiste, nel caso più recente esaminato, nell’aver SKY, mediante il proprio sito internet e messaggi personalizzati (sms, e-mail), diffuso informazioni ingannevoli relativamente all’aggiudicazione dei diritti calcistici, rappresentando una situazione di incertezza in merito a tale aggiudicazione dei diritti della Serie A e ventilando  “la possibilità per i propri abbonati di poter continuare a fruire dei contenuti relativi al campionato di Serie A”, per la stagione 2021-2022, così come nella stagione precedente.

Ciò nonostante che ,già dal 26 marzo 2021,  fosse certa l’aggiudicazione dei suddetti diritti,  di cui ai pacchetti 1 e 3, a DAZN, mentre SKY nei suoi messaggi lasciava trapelare la possibilità che l’offerta ai propri abbonati potesse rimanere invariata rispetto agli anni precedenti.

D’altronde, osserva l’AGCM, nella campagna promozionale diffusa  nel periodo  14 maggio 2021- 23 giugno 2021, SKY si è limitata a sostituire i predetti messaggi  con uno illustrativo sui contenuti del proprio pacchetto, senza una informativa rivolta ai singoli abbonati ai quali erano stati indirizzati  i precedenti, ingannevoli messaggi.

In conclusione, rileva l’AGCM, SKY ha assunto un comportamento scorretto e ingannevole, inducendo in errore i consumatori sotto il profilo dell’effettiva natura e consistenza dell’offerta reclamizzata, con la conseguenza di far loro assumere decisioni di natura commerciale che, altrimenti, non avrebbero preso.

L’effetto  di tali comportamenti sugli abbonati SKY è stato quello  di indurli a non modificare le proprie scelte, in particolare rispetto al pacchetto calcio, con conseguente onere degli addebiti mensili, senza dare al cliente la possibilità di scegliere se recedere dal contratto o dal pacchetto.

Ne deriva che gli abbonati al pacchetto calcio SKY potrebbero oggi recedere retroattivamente da tale pacchetto,relativamente al periodo 14 maggio 2021, data in cui si è definitivamente conclusa l’aggiudicazione dei diritti di visione della Serie A, fino al 10 luglio 2021, data in cui SKY ha inviato ai propri abbonati comunicazioni individuali volte a rettificare le precedenti ingannevoli comunicazioni.

Cosa che comporta il diritto degli abbonati al rimborso di quanto corrisposto a SKY per l’abbonamento relativo al predetto periodo, con facoltà di abbonarsi nuovamente, dopo tale periodo, senza subire alcuna penalità.

Quanto alla sanzione comminata dalla AGCM è stata quantificata in 1 milione di euro, tenuto conto quali aggravanti sia della grande popolarità delle partite di Serie A, sia della estensione a livello nazionale della pratica scorretta che ha coinvolto gran parte degli abbonati , sia della recidiva di pratiche commerciali scorrette.

Quale circostanza attenuante, peraltro, si è tenuto conto della consistente perdita di bilancio subita da SKY per il rilevante restringimento del proprio pacchetto calcio offerto.

Resta da dire che avverso il provvedimento SKY potrà ricorrere al TAR del Lazio entro 60 giorni dalla data di notificazione del provvedimento, ovvero entro 12° giorno da tale data  potrà presentare ricorso straordinario al Presidente della Repubblica.

In conclusione, si sottolinea come, ancora una volta, emerga che i tifosi consumatori vengono di fatto trattati alla stregua non di clienti titolari di precisi interessi e diritti, bensì di schiavi della loro passione sportiva, privi di qualsiasi diritto se non quello di soggiacere agli interessi dei padroni del pallone  e di chi trae dallo sfruttamento di quest’ultimo le principali risorse necessarie per esistere e, soprattutto, per arricchirsi.

Naturalmente, vi è anche da registrare, come al solito, il silenzio assordante degli organi di informazione circa il provvedimento in oggetto: della serie “meglio non disturbare il manovratore”.

Avv. Massimo Rossetti

Perchè Iscriversi a FEDERSUPPORTER

Leggi tutto →

Per iscriversi a Federsupporter, occorrono solo due passaggi:

 

1) compilare il modulo di iscrizione che potete trovare qui

2) versare la quota associativa annuale di 20 euro tramite bonifico bancario o pagamento Sicuro OnLine tramite Carta di Credito

 

Il 10% della quota di iscrizione verrà destinato alla Onlus "proRETT ricerca" (www.prorett.org)

Potrai richiedere copia dei volumi editi da FederSupporter al costo preferenziale di 10 euro invece dei 20 euro .