E' uscito il nuovo libro di Alfredo Parisi, acquistalo online

FederSupporter e AVIS per uno sport più sano

L'Avv. Rossetti sullo 'Stadio della Roma'
 

Quando le sentenze non vanno eseguite ma interpretate

08.07.2019 - La Decisione del Tribunale di Roma, Sezione XVI Civile del 22 giugno 2019 , ha imposto alla SS Lazio spa un  comportamento  estremamente chiaro per quanto riguarda la responsabilità della Società tout court.

Ecco le chiare parole del dispositivo:

In definitiva, …. va inibito alla SS Lazio spa l’utilizzo nei contratti di abbonamento per il Campionato di Serie A, della clausola qui impugnata ed ogni altra previsione negoziale volta ad escludere responsabilità  della stessa  società da inadempimento, il diritto al rimborso per la singola gara in tutti i casi rientranti nella previsione di cui all’art. 1464 C.C. e infine il diritto al rimborso delle spese di trasferta a prescindere dall’accertata responsabilità contrattuale della società stessa”.

 

Quindi al tifoso incolpevole  viene riconosciuto :

a)      il diritto al rimborso per la singola gara  in tutti i casi in cui “la prestazione, cioè la visione della gara ( art. 1464 CC)  è divenuta parzialmente impossibile , l’altra parte del contratto, (cioè il tifoso incolpevole) ha diritto ad una corrispondente riduzione della prestazione…” dovuta  dalla società di calcio- in questo caso dalla SS Lazio spa;

b)      il diritto al rimborso delle spese di trasferta.

Queste le “semplici” parole del Giudice e questo è il “furbo”adempimento della SS Lazio spa , come emerge dal “nuovo” modulo di abbonamento proposto ai tifosi, “punto C) CONDIZIONI SOTTOSCRIZIONE DELL’ABBONAMENTO”:

“L’abbonamento non conferisce il diritto di utilizzare il posto assegnato nei recuperi delle partite sospese dopo l’inizio del secondo tempo, così come previsto nel regolamento della Lega Nazionale Professionisti Serie A-F.I.G.C. Nel caso di chiusura di uno o più settori dello Stadio in cui si trova il posto dell’abbonato, la SS Lazio metterà a disposizione un tagliando sostitutivo sempre per altro settore- sempre che l’abbonato non abbia concorso a causare la responsabilità neppure oggettiva, della SS Lazio-. Nei casi di squalifica del campo con disputa della partita in altro stadio, l’abbonato-semprechè non abbia concorso a causare la responsabilità, neppure oggettiva della SS Lazio,  avrà diritto ad un tagliando sostitutivo per assistere alla partita in altro stadio (salvo effettiva disponibilità) o, a sua scelta, ad un tagliando di ingresso per altra gara casalinga, non ricompresa nell’abbonamento , individuata a discrezione della Società; le spese di trasferta saranno in ogni caso, a carico del titolare dell’abbonamento. Nel caso di obbligo di disputare le partite a porte chiuse, l’abbonato – sempre che non abbia concorso a causare la responsabilità neppure oggettiva della SS Lazio- avrà diritto ad un tagliando per un’altra gara casalinga non ricompresa nell’abbonamento, individuata a discrezione della società. E’ in ogni caso escluso il diritto al risarcimento dei danni, salvo il caso di inadempimento colpevole della SS Lazio.”.

Certo è veramente difficile per la maggioranza dei “padroncini” del calcio  pensare ai tifosi come a soggetti titolari di diritti: è molto più facile continuare a sottometterli in forza dell’amore di questi per i colori della propria squadra .

E’ così  tutti sono chiamati a sottoscrivere i moduli SENZA LEGGERE cosa sottoscrivono e, quindi, accettando  ogni e qualsiasi violazione dei loro diritti.

Vale la pena, però, in questo oscuro panorama, dove anche le decisioni del Tribunale vengono ignorate, invece, celebrare l’atteggiamento di due grandi e storiche Società Torino FC e Bologna FC che, nel rispetto degli interessi dei loro tifosi, hanno così modificato le condizioni di abbonamento, riconoscendo, senza la necessità di rispettare   alcun obbligo giudiziario, i diritti dei tifosi incolpevoli.

Nel caso di chiusura del settore dello stadio in cui si trova il posto dell’abbonato, quest’ultimo – sempre che non abbia concorso a causare la responsabilità, neppure oggettiva, del Bologna F.C. - avrà diritto al rimborso del rateo di abbonamento, salvo che il Bologna F.C. metta a sua disposizione un tagliando sostitutivo per assistere alla partita in altro settore dello stadio. Nei casi di squalifica del campo con disputa della partita in altro stadio, ovvero di obbligo di giocare le partite a porte chiuse, l’abbonato - sempre che non abbia concorso a causare la responsabilità, neppure oggettiva, del Bologna F.C. - avrà diritto al rimborso del rateo di abbonamento o, a sua scelta, ad un tagliando sostitutivo per assistere alla partita in altro stadio (salvo disponibilità). E’ in ogni caso escluso il risarcimento dei danni, salvo il caso di inadempimento colpevole del Bologna F.C.. Le spese di trasferta, nel caso di squalifica del campo, fanno carico agli acquirenti dei titoli di accesso”.

A nome dei tifosi tutti GRAZIE per il Vostro esempio.

 

Alfredo Parisi

Perchè Iscriversi a FEDERSUPPORTER

Leggi tutto →

Per iscriversi a Federsupporter, occorrono solo due passaggi:

 

1) compilare il modulo di iscrizione che potete trovare qui

2) versare la quota associativa annuale di 20 euro tramite bonifico bancario o pagamento Sicuro OnLine tramite Carta di Credito

 

Il 10% della quota di iscrizione verrà destinato alla Onlus "proRETT ricerca" (www.prorett.org)

Potrai richiedere copia dei volumi editi da FederSupporter al costo preferenziale di 10 euro invece dei 20 euro .