E' uscito il nuovo libro di Alfredo Parisi, acquistalo online

FederSupporter e AVIS per uno sport più sano

L'Avv. Rossetti sullo 'Stadio della Roma'
 

Lo steward :questo sconosciuto

 23 ottobre 2019AGOSTO : Legge mia non ti conosco.

E’ del 13 agosto scorso una norma che ha rivoluzionato ( o meglio dovrebbe ) il mondo del calcio  nei rapporti tra società e tifosi.

Infatti, il D.M. del 13 agosto 2019,( in GU n. 197 del 23 agosto 2019),ha modificato il Decreto 8 agosto 2007 ( guarda caso tutto  ciò che interessa il tifoso avviene ad agosto) per quanto riguarda l’organizzazione del servizio di steward negli impianti sportivi.

 

Ciò che rende importante rilevare non è, soltanto, il dettaglio dei servizi che gli steward sono chiamati  a svolgere, così come elencati nell’art. 3 , comma 1, del Decreto:

a)      Controllo dei titoli di accesso agli impianti sportivi;

b)      Accoglienza ed instradamento degli spettatori;

c)      Verifica del rispetto  del regolamento d’uso degli impianti sportivi;

d)      Svolgimento di servizi ausiliari dell’attività di polizia relativi ai controlli nell’ambito dell’impianto sportivo.

Infatti, il comma 2 del richiamato articolo 3 impone alle società sportive una vera e propria struttura organizzativa nella quale sono previste figure professionali, attualmente assenti,  con profili soggettivi ed oggettivi ben definiti ( cfr. Allegati D e E del Decreto Ministeriale).  E cioè:

DGE :  il delegato della società ospitante per la gestione dell’evento;

RF : il responsabile della funzione;

CS : il coordinatore di settore;

CU : il capo unità:

OS : l’operatore steward

Prima di entrare nell’analisi di questa novità importante per gli aspetti organizzativi e le conseguenti responsabilità ma, anche per gli aspetti economici delle società, è bene richiamare la Determinazione n. 39 del 25 settembre 2019 dell’Osservatorio Nazionale per le Manifestazioni Sportive (ONMS), anch’essa passata sotto silenzio, o meglio ignorata, come tutte le materie in esame, dagli organi di stampa e dalle stesse società che si sono ben guardate dal pubblicizzare tale novità nell’interesse di un rapporto trasparente con i tifosi, non fosse altro che per una questione di rispetto per coloro che devono assolvere le non facili funzioni di steward.

La Determinazione n. 39/2019 dell’ONMS ribadisce, anche, il numero minimo di steward che devono essere  impiegati in ogni partita, così come previsto dal precedente DM del 18 marzo 1996, cioè “ 1 steward per ogni 250 spettatori” ( questi ultimi conteggiati come presenze medie delle ultime due stagioni sportive).

Così,  facendo riferimento, peraltro, alla sola stagione 2018/2019  si può stilare un panorama degli steward  che avrebbero dovuto essere impiegati negli stadi da parte delle prime 8 società ( per numero di spettatori presenti):

Club

n.steward

Inter

246

Milan

219

Juventus

157

Roma

154

Lazio

135

Fiorentina

125

Napoli

116

Torino

85

Peraltro, questo rapporto steward/spettatori è considerato minimale in quanto, in relazione ai profili di rischio delle gare, stabiliti per ogni partita, l’ONMS può stabilire  “ l’implementazione del servizio stewarding”.

In applicazione del DM, la Determinazione dell’ ONMS prevede le modalità di selezione e formazione degli steward, il libretto professionale, che deve essere rilasciato  dalle società che devono formare gli steward. Il tutto, comunque, sotto la responsabilità del Delegato per la gestione dell’evento in quell’impianto sportivo che, incaricato dal Club, fa parte del Gruppo Operativo Sicurezza-GOS.

La norma di chiusura del DM ( art. 7) stabilisce, inoltre, il divieto di impiego di steward “ che non posseggono anche uno solo dei requisiti previsti …”; requisiti che vengono dettagliatamente indicati, con obbligo di relativa documentazione cartacea, e cioè: personali, fisici, culturali minimi, soggettivi, psicoattitudinali, professionali ( cfr. Allegato A).

Come si può vedere , un complesso di adempimenti organizzativi  e di selezione che impegnano ( dovrebbero)  finalmente i Club a presentare ai tifosi i propri dipendenti  steward (sono infatti previste tutte le forme di lavoro subordinato, compreso il lavoro intermittente e a prestazioni occasionali) che siano preparati ad ogni forma di interlocuzione qualificata.

Ci si augura che questo obbligo,” nascosto” sinora ai tifosi, venga pubblicizzato quanto prima, per permettere  ai tifosi di conoscere doveri e limiti delle funzioni degli steward nell’esercizio della loro attività, conoscenza che si  trasforma nel rispetto delle regole, conosciute e comprese da tutti che sono la vera barriera contro ogni forma di violenza.

 

Alfredo Parisi

Perchè Iscriversi a FEDERSUPPORTER

Leggi tutto →

Per iscriversi a Federsupporter, occorrono solo due passaggi:

 

1) compilare il modulo di iscrizione che potete trovare qui

2) versare la quota associativa annuale di 20 euro tramite bonifico bancario o pagamento Sicuro OnLine tramite Carta di Credito

 

Il 10% della quota di iscrizione verrà destinato alla Onlus "proRETT ricerca" (www.prorett.org)

Potrai richiedere copia dei volumi editi da FederSupporter al costo preferenziale di 10 euro invece dei 20 euro .