E' uscito il nuovo libro di Alfredo Parisi, acquistalo online

FederSupporter e AVIS per uno sport più sano

L'Avv. Rossetti sullo 'Stadio della Roma'
 

Conferenza stampa Federsupporter su Tor di Valle

COMUNICATO

Ieri 30 ottobre  si è svolta , in Roma, presso Area Contesa Arte, via Margutta 90, la Conferenza Stampa  indetta da Federsupporter in unione con CALMA (  Coordinamento Associazioni Lazio Mobilità Alternativa) .

L’incontro, che ha visto come moderatore, il giornalista Rai Mario Mattioli, ha affrontato gli aspetti urbanistici (Arch.Prof.  Ettore Maria Mazzola ), tecnico-giuridici ( Avv. Massimo Rossetti di Federsupporter) e sociali ( Vittorio Sartogo, di Calma  ) che rendono illegittimi gli atti relativi all’esame ed all’approvazione del Progetto Tor di Valle da parte del Comune di Roma e della Regione Lazio, alla quale spetta, comunque, l’ultima parola sul Progetto.

Premesse necessarie  per illustrare le motivazioni  che hanno indotto Federsupporter , CALMA e le Associazioni  ambientalistiche e sociali aderenti all’iniziativa  a sollecitare formalmente, ai sensi dell’art. 328,2°comma CP( Omissione di atti d’ufficio)   le due Amministrazioni pubbliche ad uscire da un prolungato e pericoloso silenzio, diffidandole ad assumere un atto di che permetta,  quantomeno, di procedere alla sospensione temporanea della procedura amministrativa di variante urbanistica.

 Quanto sopra,  soprattutto nell’ interesse stesso  del Comune e della Regione.

Atto reso ancor più urgente e pressoché dovuto,  in presenza  della circostanza che la Procura di Roma ha chiuso l’inchiesta Tor di Valle e che quindi sarà imminente il processo.

Sugli aspetti di natura sociale si è anche soffermato il rappresentante del Comitato Pendolari Roma –Lido  e del Comitato  Difendiamo Tor di Valle , Maurizio Messina.

Il Coordinatore di CALMA , Vittorio Sartogo,  ha evidenziato come l’iniziativa di Federsupporter sia opportuna, anzi necessaria, proprio in relazione alla mancanza di ascolto e di interlocuzione che sinora ha caratterizzato tutti gli interventi effettuati dalle Associazioni , sia nel corso delle Conferenze di servizio decisorie, sia  con le  richieste formulate al Comune il 3 luglio scorso.

Ufficio Stampa

 

 

 


Diritti dei Tifosi

  22   ottobre 2018- COMUNICATO

Con sempre maggiore frequenza i diritti dei tifosi sono portati all’attenzione della Magistratura. Nell’ambito di un rapporto di collaborazione avviato con il “Movimento Consumatori”, primaria Associazione Nazionale dei consumatori, pubblichiamo il Comunicato trasmessoci  dalla predetta Associazione.  Sottolineiamo  che l’azione promossa dal Movimento Consumatori prende le mosse dalle considerazioni precedentemente svolte da Federsupporter a commento  di una sentenza del Tribunale Civile di Roma che aveva riconosciuto il diritto di incolpevoli abbonati della AS Roma in un settore dello Stadio Olimpico, chiuso a seguito di provvedimenti della giustizia sportiva,  ad essere rimborsati dalla Società della quota di abbonamento non potuta usufruire.

“Chiusura Curva Sud Juventus. Gli abbonati devono essere rimborsati “

19-10-2018Il 20 ottobre, i tifosi della Curva Sud dell’Allianz Stadium non potranno assistere alla partita Juventus – Genoa, perché la Corte Sportiva d’Appello della FIGC ha respinto il ricorso della Juventus.
Movimento Consumatori ritiene che la Società debba rimborsare ai propri tifosi la quota dell’abbonamento relativa alla partita perché, tranne che per alcuni casi isolati, non sono responsabili dei cori razzisti della partita Juve-Napoli che hanno determinato la squalifica.
MC ha diffidato la società a non applicare la clausola dell’abbonamento che, in caso di chiusure di settori dello Stadium, esclude il rimborso, invitando la società a rimborsare spontaneamente i consumatori che, tranne che per alcuni casi isolati, non sono responsabili dei fatti che hanno determinato la squalifica. “E’ la stessa Juventus - afferma Alessandro Mostaccio, segretario generale MC - che nel presentare il ricorso ha dichiarato che non devono subire una punizione i tifosi innocenti, ma dovranno essere puniti i singoli autori di comportamenti sbagliati. Se la Juventus non rimborserà la parte sana della tifoseria, per chi non ha colpe la punizione sarà doppia. E gli unici vincitori saranno proprio coloro che hanno lanciato i cori razzisti”.  

Movimento Consumatori invita gli abbonati alla Curva Sud dell’Allianz Stadium ad aderire all’azione collettiva e a chiedere il rimborso alla Juventus, scrivendo a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o rivolgendosi allo Sportello del Consumatore online

 


Ma chi è la Signora DAZN ?

 17 ottobre 2018 -Trasmissione audiovisiva di partite di calcio : Ma chi è la Signora DAZN ?

 Con riferimento alla nostra lettera di diffida in materia ed al relativo Comunicato stampa  dell’11 ottobre scorso ( cfr. www.federsupporter.it), nel mentre ci stanno pervenendo alcune segnalazioni di notevoli disservizi da parte di abbonati a DAZN, ci siamo chiesti e ci chiediamo chi essa sia. Dal sito web di DAZN, infatti, non risulta che essa abbia una propria, specifica personalità giuridica ( società di capitali). Non risultano, neppure, recapiti della stessa, se non  possibilità di contatti via call center.

Dal sito web di Perform Group emerge che  DAZN è una “ Divisione italiana”della Perform Group, con l’indicazione di due  sedi in Italia  : l’una in Castelfranco Veneto e l’altra in Milano.

Recatisi alcuni nostri soci presso le suddette sedi, si è potuto constatare  che nessuna di esse reca  l’indicazione di essere una sede di DAZN.

Leggi tutto...



Perchè Iscriversi a FEDERSUPPORTER

Leggi tutto →

Per iscriversi a Federsupporter, occorrono solo due passaggi:

 

1) compilare il modulo di iscrizione che potete trovare qui

2) versare la quota associativa annuale di 20 euro tramite bonifico bancario o pagamento Sicuro OnLine tramite Carta di Credito

 

Il 10% della quota di iscrizione verrà destinato alla Onlus "proRETT ricerca" (www.prorett.org)

Potrai richiedere copia dei volumi editi da FederSupporter al costo preferenziale di 10 euro invece dei 20 euro .