E' uscito il nuovo libro di Federsupporter

Da Repubblica.it:
Calcio, Parisi, "Le società padronali sono fuori mercato: coinvolgano i tifosi"

Vedi il video 

 

Federsupporter e la Commissione Antimafia

Comunicato

5 luglio 2017

Federsupporter chiede di essere audita dalla Commissione Parlamentare Antimafia

Oggi Federsupporter  ha chiesto formalmente alla Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, On.le Rosy Bindi, di essere audita sul fenomeno delle infiltrazioni mafiose e di altre associazioni criminali, anche straniere, nel mondo del calcio.

Federsupporter, alla luce di tutte le attività e le iniziative svolte in sette anni di vita, ritiene, infatti, di avere piena legittimazione ad essere audita sul predetto fenomeno.

Essa rappresenta l’unica voce che, istituzionalmente, i tifosi possono far sentire e valere  in un ambito che li riguarda direttamente e che li ha visti e li vede spesso vittime di rapporti, a dir poco, opachi che caratterizzano, a livello nazionale ed internazionale, il sistema calcio.

Un sistema che, sempre di più, come rilevato da molte fonti, appare permeabile, sotto molteplici punti di vista, dalle predette associazioni mafiose e  criminali.

Aggiungasi che Federsupporter ha recentemente sottoposto all’attenzione del Ministro dello Sport, On.le Luca Lotti, una serie di proposte di riforma del sistema calcistico che possono significativamente contribuire a dare o restituire trasparenza a tale sistema.

L’Associazione, pertanto, rimane in fiduciosa attesa che, questa volta, le richieste avanzate possano ricevere l’attenzione che meritano e non rimangano, come nel passato, ignorate e disattese, così essendosi sinora dimostrato da parte delle Istituzioni, sportive e statali, la totale disattenzione ed indifferenza nei confronti di coloro i quali, come i tifosi, sono i principali finanziatori e fruitori dello spettacolo calcistico.

 

Ufficio Stampa

 


TOR DI VALLE E LA REGIONE LAZIO

Tor di valle: dall’Ecomostro all’Ecomostricciatolo … ed ora al Mostro giuridico

Il 26 giugno a tutte le Amministrazioni interessate alla vicenda dello Stadio di Tor di Valle è pervenuta la Comunicazione della Direzione Territorio, Urbanistica e Mobilità della Regione Lazio finalizzata a recepire  la valutazione delle osservazioni di Eurnova presentate il 15 giugno scorso, con riferimento alla  conclusione della Conferenza di servizi decisoria del 5 aprile 201, così da permettere di  formulare  considerazioni ed osservazioni entro  45 giorni dalla ricordata data del 26 giugno.

La disamina di tale documento suscita molte perplessità sul piano tecnico-giuridico, perplessità  che sono rappresentate, esaminate e commentate dall’Avv. Massimo Rossetti nell’allegato Documento e che  pongono all’attenzione del lettore tutta una serie di aspetti di illegittimità sui quali riflettere.

Alfredo Parisi


Diritti TV : un flop annunciato

                                                             Roma   19 giugno 2017 

Un affresco sulla commercializzazione in Italia dei diritti TV relativi al calcio.

Più volte, in passato ho avuto modo di occuparmi, a vario titolo, della materia in oggetto.

Dopo il recente “ flop” della vendita dei diritti TV per il triennio 2018/2021 ( solo il Pacchetto A, comprendente le partite, in casa e in trasferta, di 8 tra le più importanti squadre, per complessive 248 partite, SKY ha offerto 230 milioni di euro, cifra superiore alla base d’asta di 200 milioni), ritengo opportuno ed utile offrire il seguente affresco raffigurante plasticamente la situazione presente ed in prospettiva.

Leggi tutto...



Perchè Iscriversi a FEDERSUPPORTER

Leggi tutto →

Per iscriversi a Federsupporter, occorrono solo due passaggi:

 

1) compilare il modulo di iscrizione che potete trovare qui

2) versare la quota associativa annuale di 20 euro tramite bonifico bancario o pagamento Sicuro OnLine tramite Carta di Credito

 

Il 10% della quota di iscrizione verrà destinato alla Onlus "proRETT ricerca" (www.prorett.org)

Potrai richiedere copia dei volumi editi da FederSupporter al costo preferenziale di 10 euro invece dei 20 euro .