E' uscito il nuovo libro di Federsupporter

Da Repubblica.it:
Calcio, Parisi, "Le società padronali sono fuori mercato: coinvolgano i tifosi"

Vedi il video 

 

Commento Audizione Presidente della Lazio alla Commissione Antimafia

                                                                               Roma  6 luglio 2017

La SS Lazio : “ Una tifoseria, Una Società, Un Capo”. La passione triste dei tifosi laziali.

Premessa.

Il 28 giugno scorso l’azionista di maggioranza e Presidente del Consiglio di gestione della SS Lazio spa, dr. Claudio Lotito, è stato audito dalla Commissione Parlamentare Antimafia nell’ambito dell’inchiesta sulle infiltrazioni di associazioni criminali nel calcio.

Al momento di scrivere queste Note non è ancora disponibile il verbale dell’audizione.

Pertanto, le Note stesse si basano su ampi resoconti, virgolettati, della predetta audizione di organi di stampa ( cfr. articolo “Io e i tifosi. Lotito: non scendo a patti. Ora la Nord ha capito “, di Fabrizio Patania , su “Il Corriere dello Sport”  del 29 giugno scorso ).

Si basano, altresì, sulla trascrizione, virgolettata, di una relazione presentata dal dr. Lotito alla Commissione ( cfr. www.lalaziosiamonoi.it del 29 giugno scorso).

Ci si riserva ulteriori Note, una volta pubblicato il verbale dell’audizione.

In calce si cita una serie di Documenti prodotti da Federsupporter, dal 2013 ad oggi, una sorta di “ heri dicebamus”, che, se diffusi e non, come invece avvenuto, ignorati dalla stragrande maggioranza degli organi di informazione, avrebbero consentito, già da molto tempo addietro, di avere una puntuale, compiuta e corretta valutazione di quanto, da sempre, ha affermato e sostenuto, così come riaffermato e sostenuto dinanzi alla Commissione Parlamentare Antimafia, dal dr. Lotito.

Leggi tutto...


Diritto sportivo e diritto comune

 

 

                                                                                  Roma  5 luglio 2017

Rapporti tra diritto sportivo e diritto comune: la decadenza dalla carica di dirigente di società sportiva può comportare anche la decadenza civilistica dalla medesima carica ?

L’art. 22 bis delle Norme Organizzative Interne della FIGC  (NOIF) disciplina i requisiti di onorabilità necessari per ricoprire la carica di dirigente di società sportive calcistiche.

Tra questi requisiti figura quello di non aver riportato condanne definitive alla pena della reclusione superiore a un anno per i delitti contemplati dallo stesso art. 22 bis.

Ciò premesso, la Sezione Consultiva della Corte Federale d’Appello (CFA) della FIGC, con parere interpretativo del 22 febbraio, pubblicato il 7 marzo 2016 ( Comunicato Ufficiale n. 087/CFA), ha stabilito che, ai fini della decadenza prevista dal citato art. 22 bis, la sentenza di condanna a seguito di patteggiamento deve essere equiparata ad una sentenza definitiva di condanna ordinaria.

Così, infatti, argomenta la CFA: “Quanto sopra appare in linea, del resto, anche con i principi autorevolmente affermati dalle Sezioni Unite della Suprema Corte e ripresi dal Giudice delle leggi, per i quali si può ritenere che, all’esito dell’analisi delle mutazioni subite dall’istituto del patteggiamento, pur non potendosi affermare che tali mutamenti abbiano condotto ad un processo di vera e propria identificazione tra i due tipi di pronunzia, gli stessi stanno comunque univocamente a significare che il regime dell’equiparazione, ora codificato ( ndr. art. 445, comma 1 bis, CPP)…..non consente di rifuggire dall’applicazione di tutte le conseguenze penali della sentenza di condanna ( ordinaria) che non siano categoricamente escluse (Corte Cost. 18 dicembre 2009, n. 336)”.

Leggi tutto...


Federsupporter e la Commissione Antimafia

Comunicato

5 luglio 2017

Federsupporter chiede di essere audita dalla Commissione Parlamentare Antimafia

Oggi Federsupporter  ha chiesto formalmente alla Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, On.le Rosy Bindi, di essere audita sul fenomeno delle infiltrazioni mafiose e di altre associazioni criminali, anche straniere, nel mondo del calcio.

Federsupporter, alla luce di tutte le attività e le iniziative svolte in sette anni di vita, ritiene, infatti, di avere piena legittimazione ad essere audita sul predetto fenomeno.

Essa rappresenta l’unica voce che, istituzionalmente, i tifosi possono far sentire e valere  in un ambito che li riguarda direttamente e che li ha visti e li vede spesso vittime di rapporti, a dir poco, opachi che caratterizzano, a livello nazionale ed internazionale, il sistema calcio.

Un sistema che, sempre di più, come rilevato da molte fonti, appare permeabile, sotto molteplici punti di vista, dalle predette associazioni mafiose e  criminali.

Aggiungasi che Federsupporter ha recentemente sottoposto all’attenzione del Ministro dello Sport, On.le Luca Lotti, una serie di proposte di riforma del sistema calcistico che possono significativamente contribuire a dare o restituire trasparenza a tale sistema.

L’Associazione, pertanto, rimane in fiduciosa attesa che, questa volta, le richieste avanzate possano ricevere l’attenzione che meritano e non rimangano, come nel passato, ignorate e disattese, così essendosi sinora dimostrato da parte delle Istituzioni, sportive e statali, la totale disattenzione ed indifferenza nei confronti di coloro i quali, come i tifosi, sono i principali finanziatori e fruitori dello spettacolo calcistico.

 

Ufficio Stampa

 



Perchè Iscriversi a FEDERSUPPORTER

Leggi tutto →

Per iscriversi a Federsupporter, occorrono solo due passaggi:

 

1) compilare il modulo di iscrizione che potete trovare qui

2) versare la quota associativa annuale di 20 euro tramite bonifico bancario o pagamento Sicuro OnLine tramite Carta di Credito

 

Il 10% della quota di iscrizione verrà destinato alla Onlus "proRETT ricerca" (www.prorett.org)

Potrai richiedere copia dei volumi editi da FederSupporter al costo preferenziale di 10 euro invece dei 20 euro .