E' uscito il nuovo libro di Alfredo Parisi, acquistalo online

FederSupporter e AVIS per uno sport più sano

L'Avv. Rossetti sullo 'Stadio della Roma'
 

Tra segretezza e trasparenza: Tor di Valle

  Roma 4 febbraio 2019Le Relazioni del Politecnico di Torino sul Progetto Tor di Valle: non segretezza, bensì trasparenza.

Da notizie di stampa si apprende che la Relazione finale del Politecnico di Torino relativa alla mobilità in sicurezza concernente il Progetto Tor di Valle è- sarebbe- stata consegnata al Comune di Roma. 

Si è avuta anche notizia che tale Relazione sarebbe stata e continuerebbe ad essere “ secretata”.

Ove ciò fosse confermato, si sarebbe indubbiamente in presenza di un fatto molto serio e molto grave.

Nei rapporti tra Pubblica Amministrazione e cittadini si è storicamente passati dal principio di segretezza a quello di trasparenza amministrativa.

Principio, quest’ultimo, che, sebbene non espressamente formulato in Costituzione, tuttavia, è ormai pacificamente considerato come espressione dei criteri costituzionali di legalità, imparzialità e buon andamento della Pubblica Amministrazione di cui all’art.97della Costituzione.

Leggi tutto...


Treviso30News...

Treviso30News parla di noi

Allegati:
Scarica questo file (TREVISO30NEWS.pdf)TREVISO30NEWS.pdf[ ]1082 kB

Comune di Roma e Regione Lazio: un invito all'autotutela per Tor di Valle

Roma 29 gennaio 2019  -  COMUNICATO STAMPA

In data 24 gennaio 2019 è stato presentato alla Procura della Repubblica di Roma un esposto/denuncia relativo alla vicenda “Tor di Valle” da parte di  FEDERSUPPORTER, Associazione esponenziale dei diritti e degli interessi collettivi dei sostenitori sportivi , di C.A.L.M.A. “Coordinamento di associazioni laziali per la mobilità alternativa”,  costituito  da Associazioni  esponenziali dei diritti e degli interessi collettivi  in tema di mobilità dei cittadini del Lazio , nonché di privati cittadini.

L’esposto/denuncia pone all’evidenza della Procura ipotesi di violazione di norme di legge sul procedimento amministrativo  e  sulla legge sugli stadi che avrebbero dovuto essere adottate dal Comune e dalla Regione; atti che, invece,  finora non sono stati adottati.

Nell’esposto/denuncia vengono ipotizzati i reati di:

a)      rifiuto di atti d’ufficio ( art. 328, comma 1, C.P.), che punisce il rifiuto da parte del pubblico ufficiale di atti  del suo ufficio che devono essere adottati senza ritardo per ragioni di giustizia, sicurezza, ordine, igiene e sanità pubbliche;

b)       omissione di atti d’ufficio ( art. 328,2°comma, CP) a seguito della mancata risposta, nei termini di legge ( 30 giorni) , alle diffide ricevute il 6 dicembre 2018.

Tali diffide erano state rivolte al Comune ed alla Regione affinchè venissero adottati provvedimenti cautelari in autotutela di sospensione dell’efficacia del procedimento amministrativo e degli atti sinora emanati relativi al Progetto Tor di Valle.

 Quanto sopra, tenuto conto dei gravi fatti e dei comportamenti emersi dall’Ordinanza del GIP del Tribunale di Roma dell’11 giugno 2018, da cui si rileva, in particolare,    la violazione dei doveri di correttezza ed imparzialità della Pubblica Amministrazione ( art. 97 Costituzione), con “ asservimento dell’interesse pubblico ad interessi privati”. Sospensione in autotutela ritenuta necessaria in attesa degli esiti dell’ormai imminente processo.

A tale riguardo, non possono, peraltro, non destare sconcerto e preoccupazione le dichiarazioni ultimamente rilasciate dal Sindaco di Roma, Avv. Raggi per la costruzione dell’enorme complesso edilizio con annesso stadio.

Analogo sconcerto e preoccupazione destano le dichiarazioni del Presidente del Consiglio dei Ministri, Prof. Conte, che assicurano la realizzazione dell’opera, nonché del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, On.le Toninelli, in merito  al fatto che il così detto Ponte Traiano, essenziale ai fini della mobilità  verso e dallo Stadio, sarà realizzato a totale spese dei contribuenti, anziché del privato.

FEDERSUPPORTER                                                                                                               C.A.L.M.A.



Perchè Iscriversi a FEDERSUPPORTER

Leggi tutto →

Per iscriversi a Federsupporter, occorrono solo due passaggi:

 

1) compilare il modulo di iscrizione che potete trovare qui

2) versare la quota associativa annuale di 20 euro tramite bonifico bancario o pagamento Sicuro OnLine tramite Carta di Credito

 

Il 10% della quota di iscrizione verrà destinato alla Onlus "proRETT ricerca" (www.prorett.org)

Potrai richiedere copia dei volumi editi da FederSupporter al costo preferenziale di 10 euro invece dei 20 euro .